"... quando ci si immagina nell'organismo un processo esteriore come la combustione, si pensa proprio come se si considerassero i polmoni alla stregua di pietre. Quello che fuori avviene come combustione nella combinazione dell'ossigeno, è una combustione 'morta', una combustione inorganica. Quello che avviene nell'essere umano è qualcosa di 'vivo', è una combustione permeata di Anima... quello che il carbonio fa con l'ossigeno nell'organismo umano è tanto simile a quanto avviene fuori, quanto il polmone vivente è simile alla pietra... importa molto disporre tutto il proprio sentimento in modo che esso ne riceva un orientamento. Allora, in tutti i campi della vita psichica si giunge a una tale comunione con la Natura che dalla Natura si giunge veramente all'essere umano. Oggi la gente si ferma alla natura esteriore, non giunge affatto all'essere umano."

R. Steiner, Conferenza di Stoccarda, ottobre 1923 sul lavoro di chi opera nella scuola, maestri, maestre, educatori, educatrici

www.facebook.com/CentroStudiRosacroce/photos/...